in moto in Sardegna, tra bellezze naturali e traghetti

scintu_moto

Partire si,partire no!

Dopo una settimana passata a consultare le improponibili tariffe che il mercato del trasporto su onda propone per il 2012, mi decido a raggiungere la mia amata isola con il mezzo più’ avventuroso e più’ economico che possiedo: il mio scooter 300. Dopo svariati preventivi, la scelta ricade automaticamente sulle compagnie che al momento mi propongono il prezzo meno (si fa per dire) sanguisuga, ovvero Moby lines e Saremar.

Prenoto per il giorno sabato 4 agosto ore 22.30 con Moby tommy e il ritorno per il 7 agosto per le ore 22.45 con SCINTU.

Carico la moto,stacco dal lavoro e, insieme alla mia “Zavorrina”corro sull’ A12 per raggiungere la mia nave.

Arrivo al porto al crepuscolo e mi mettono proprio davanti alla fila,insieme alle altre moto….

Controllati i biglietti ci spostano dopo un po nella zona sterile…..Al cenno del marinaio, salgo per primo sulla rampa, un po’ una gara con un altro scooter, ma dovevo essere io il primo!!!!

Parcheggio a sinistra del garage e salgo ai piani superiori….Ovviamente ho passaggio ponte e mi attrezzo con sacco a pelo, pizza, dolcetto, riviste e quant’ altro serve per una confortevole traversata!

Trovo posto di fronte al self service e con mia sorpresa mi accorgo che la nave, pur essendo in pieno agosto,e’ semivuota…..Io e mia moglie ci accaparriamo un paio di metri di divanetto e un bel tavolo per cenare corredato di sedie comode.

Mi faccio un giretto per la nave e rimango un po deluso dalla stessa, insomma, me l’aspettavo meglio.

La nave e’ ben pulita,c’ e’ un po tutto,ma gli spazi esterni lasciano un po a desiderare…..

il ponte più vivibile e’ quello dove sta la piscina. Prima della partenza, mi prendo un bel caffè’ proprio li. Partiamo puntualissimi e la nottata scorre molto tranquillamente,visto il silenzio che regna a bordo.

Mi sveglio verso le ore 5.40 con gli annunci della prima colazione,mi precipito sul ponte e mi accorgo che siamo già’ all’altezza di capo figari,avvolti da una foschia surreale…

Alle ore 7.00 siamo in banchina,aspetto che sleghino il mio scooter e via,inizia la mia avventura per l’isola……Bagni,escursioni,giri,i giorni passano e mi ritrovo già a bordo…

Parto dal camping e mi reco ad Olbia, ove ad attendermi trovo la nave SCINTU della Saremar.

salta subito all’occhio la differenza di dimensioni con la moby e con le altre ormeggiate, Aky, Splendid, Athara, già’ mi preparo ad una notte infernale, buttato su un pavimento a dormire in mezzo alla folla su una nave carro bestiame.

Sorpresa! salgo a bordo,unica moto al momento, e subito mi rendo conto della funzionalità’ della nave. corridoi pieni di quadri inerenti scenari sardi,reception efficiente e pronta a soddisfare ogni esigenza,negozietto di bordo molto più’ attrezzato del Moby Tommy e dulcis in fundo bagni profumati, si avete capito bene profumati! Tutto intorno sembra accogliente ed intimo,molto ben tenuto,con pavimento piastrellato. Sono presenti anche poltrone reclinabili gratuite,ma me ne accorgo tardi! Mi prendo anche qui un bel pezzo di divanetto e mi assicuro una nottata decente!
Vado a vedere la partenza e mi accorgo che il ponte superiore e’ dotato di sdraio con poggiapiedi che fanno anche portare all’ interno per una traversata confortevole. La nave possiede un garage all’aperto che può ospitare auto GPL e camping on board.

Partenza che spacca il minuto e viaggio comodissimo,fino a quando alle ore 4,00 vengo svegliato dalla

macchina del caffè’ che mi fa capire che il sogno e’ finito e che il lavoro, di li’ a 6 ore mi attende…….

Che dire? un esperienza che rifarei e che aggiunge ricordi ai miei 27 anni di presenza assidua in sardegna!

Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *