Denia Ciutat Creativa, la quarta vita della Via Ligure

Denia Ciutat Creativa, la quarta vita della Via Ligure

il giorno 27/09/2017 abbiamo avuto la possibilità di visitare la Denia Ciutat Creativa, ultimo acquisto della flotta Balearia, ma molto nota agli ship’s spotters mediterranei vista la sua lunga carriera passata tra i più svariati porti.

Parliamo infatti della Ex Via Ligure di Via Mare (sfortunata compagnia del gruppo IRI-FINMARE, liquidata ed incorporata nel gruppo Tirrenia alla fine degli anni ’90, l’unica a non aver mai navigato per la compagnia napoletana), costruita dai cantieri navali Krimpen aan den IJssel nel 1992 e capo serie di 7 navi gemelle costruite tra il 1992 ed il 1995, lunghe 150m, larghe 26m con un carico rotabile di poco meno di 1800ml, alimentate da 2 motori Sulzer a 8 cilindri capaci di spingerle, almeno da progetto, alla velocità di 19.5 nodi, accomodando 100 autotrasportatori in 25 cabine quadruple. Alla fine del 1994 l’allora Strintzis Lines, divenuta poi Blue Star Ferries concorreva in Adriatico per quote di trasporto verso la Grecia rilevanti e nei progetti dell’armatore vi era la necessità di incrementare il carico rotabile senza aumentare il numero di unità in servizio, per tale ragione vide nell’acquisto e trasformazione della Via Ligure una economica e soddisfacente possibilità per i sui traffici.

La Ionian Star Uscì con un ponte e mezzo di sovrastruttura aggiunta senza intaccare il carico rotabile portò da 100 a 1300 passeggeri la sua capacità. Le aree pubbliche, essenziali a dire il vero, reception,bar interno, self service, negozio, area bambini, area relax, vennero creati a prua ed una piccola parte di open deck venne dotata di bar esterno. La nave, già dopo sole 2 stagioni, non poteva reggere la crescente concorrenza che si stava affermando in adriatico con Superfast che abbatteva i tempi di traversata e gli altri concorrenti pronti a varare navi nuove con velocità superiore e venne messa in vendita. Finiva qui la seconda vita di Via Ligure.

La terza vita ha il nome di Scandola, dedicato alla deliziosa costa Corsa, ed infatti la Scandola operò dal 1999 per CNM, poi rinominata LA Meridionale e prese servizio nelle rotte tra Marsiglia e Propriano con 2 toccate il martedì ed il giovedì a Porto Torres. I Francesi se possibile adeguarono la nave ancor più alla loro politica fatta di servizi essenziali, chiudendo il bar esterno, aggiungendo TV in tutte le cabine dedicate agli autotrasportatori ed aggiungendo un servizio di ristorazione a la carte. Sostituita dal Piana, venne prima disarmata, con cambio di bandiera ( da francese a cipriota) poi data a noleggio a Trasmediterranea fino al nuovo disarmo nel porto di Marsiglia e successiva vendita a Balearia.

Denia Ciutat Creativa esce così dopo i lavori di carenaggio e ristrutturazione dai cantieri Marsigliesi nel marzo 2017 dando inizio alla quarta vita della Via Ligure. Gli spagnoli hanno abbellito la nave con i dettagli verdi del proprio brand, hanno arricchito la zona passeggeri con una sala poltrone, delimitato il ristorante e riaperto il bar esterno completo di panche, tavoli e finta erba, 2 piccole aree solarium sono state create. la velocità è dopo i lavori tornata a 18.5 nodi, pur bassa è per il tipo di nave una bella notizia, nessuna delle 6 gemelle è in grado di raggiungerla al momento.

 

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>