Levante continua lo shopping: acquistata la ANDREAS KALVOS

Levante continua lo shopping: acquistata la ANDREAS KALVOS

In pochi giorni del mese di dicembre la flotta di Levante Ferries è raddoppiata: dopo l’acquisto della NISSOS KEFALONIA, a passare in giallo è la ANDREAS KALVOS. Stavolta però il passaggio è meno netto, sia dal punto di vista cromatico, passando al giallo dal vicino arancione, sia dal punto di vista societario, poiché la nave faceva parte della joint-venture Ionissos Ferries nella quale sono presenti Levante Ferries ed i precedenti proprietari della nave, la ANMEZ, e non invece dai concorrenti di Kefalonian Lines.

Precedentemente impegnata, appunto, nei collegamenti in joint-venture con Levante Ferries per Zakynthos e Poros (Cefalonia) dal porto di Kyllini, nel Peloponneso occidentale, la ANDREAS KALVOS, ferma per il disarmo invernale a Zakynthos, ha già lasciato il porto dell’isola ionia cara ad Ugo Foscolo in direzione di Pireo, dove verrà sottoposta ai lavori di carenaggio nel bacino principale Vassiliadis del porto di Pireo e dove riceverà la nuova livrea, dopo aver vestito per quindici anni i colori di ANMEZ, negli ultimi anni più nota col nome commerciale di Zante Ferries. Per il futuro, pare la nave abbia già una nuova avventura a partire da metà gennaio 2019, il ritorno sulla linea Patrasso – Sami – Itaca, lasciata scoperta da Kefalonian Ferries dopo la cessione della NISSOS KEFALONIA appunto; il ritorno, appunto, è sia per la nave, che già nel 2012 aveva servito la linea coi colori ANMEZ, sia per Levante Ferries, che nell’estate 2016 aveva servito la linea con la SPEEDRUNNER III, presa a noleggio da Aegean Speed Lines. Per la linea, una volta tra le più redditizie, dovrebbero venire erogati anche incentivi pubblici.

Prima di questa nuova avventura in giallo, la ANDREAS KALVOS prende il mare nel 1985, consegnata da parte dei cantieri giapponesi Naikai, “padri” anche dell’altro recente acquisto Levante Ferries, che sfoggia una flotta totalmente “Made in Japan”; col nome di ESAN MARU No 5, la nave serve la linea tra Hakodate ed Aomori, collegando Honshu e Hokkaido nell’arcipelago giapponese, come nave ro/ro per conto della Donan Jidosha Ferry. Lunga 98 metri per 16,50 di larghezza, la piccola ro/ro sviluppa una velocità di 17 nodi spinti grazie ai 4.120 kW dei due otto cilindri Daihatsu. Se la nave può sembrare troppo poco dimensionata per svolgere la rotta più breve tra le due principali isole del Giappone, occorre ricordare che Honshu e Hokkaido sono collegate da numerosi servizi traghetto da ogni parte delle due isole, perfetto esempio del concetto “autostrade del mare” che difficilmente sfonda dalle nostre parti, col traffico sulla linea Aomori – Hakodate lasciato a traghetti più piccoli per il traffico locale e col tunnel ferroviario sottomarino per i collegamenti in treno.

Nel 2000 la nave viene venduta ad armatori greci, i quali continuano ad utilizzarla come ro/ro nell’Egeo, in particolare tra Creta, Lavrion e Salonicco, col nuovo nome di TONIA; due anni dopo, la nave passa nuovamente di mano, stavolta passando alla ANMEZ, compagnia di Zakynthos che dal 2000 lavora tra Kyllini e Zakynthos con la DIONISIOS SOLOMOS. La compagnia decide di convertirla in traghetto passeggeri, lasciando il ponte superiore al solo utilizzo delle auto, e realizzando sopra di esso gli spazi passeggeri. La piccola di casa ANMEZ comincia quindi la propria carriera nello Ionio, facendo base a Kyllini e viaggiando verso Poros, a Cefalonia, o Zakynthos, assieme alla DIONISIOS SOLOMOS e alle navi di Tyrogalas, col quale la compagnia collabora, e cioè le PROTEUS, IONIS e IONIAN STAR, oggi compagna di flotta come MARE DI LEVANTE. Il nome scelto per la nave, ANDREAS KALVOS, rende onore al poeta greco nato a Zakynthos e cresciuto in Italia, ove sarà anche discepolo di Ugo Foscolo, e dove ha vissuto a Firenze e Livorno, oltre che a Parigi ed a Londra, non mancando di celebrare nelle sue opere la natia Grecia, i suoi valori ed attaccando gli ottomani invasori.

Nel 2012, come già detto, con la chiusura di Strintzis Ferries, l’alleanza ANMEZ – Tyrogalas comincia ad operare anche sulla Patrasso – Sami – Itaca; dopo poco, però, la nave viene sostituita dalle compagne di flotta e torna a Kyllini, operando le linee dal porto dell’Elide finché, nel 2015, ANMEZ ottiene licenza di operare nel mar Egeo, collegando Pireo con le Cicladi occidentali (Kythinos, Serifos, Sifnos, Folegandros, Kimolos, Milos), Ios, Santorini ed Anafi. Prima di esordire nelle Cicladi, tuttavia, la nave viene sottoposta, nel gennaio 2015, a lavori di adeguamento che portano all’installazione di bottazzi e duck-tail a poppa, e la nuova livrea Zante Ferries, dove il rosso chiaro ANMEZ passa ad un vivo arancione. Nel 2017, infine, la nave torna ancora a Kyllini, tuttavia ormai in secondo piano rispetto a Levante Ferries, nuovo player dominante della linea.

Le volontà di disimpegno di ANMEZ dallo Ionio, già abbastanza intuibili, si tramutano in certezze quando, nel marzo 2018 viene siglato un’accordo di cessione della nave ai concorrenti di Kefalonian Lines; tuttavia la consegna della nave non avviene, e l’accordo tra i due operatori ionici finisce in tribunale, con Kefalonian Lines che pretende il rispetto dell’accordo ed ANMEZ che fa marcia indietro; la questione porta addirittura al sequestro conservativo della nave, in piena estate, fermata nel porto di Poros a Cefalonia, e rilasciata il giorno seguente. Finita la stagione estiva, il giorno dopo la partenza della nave da Zakynthos per Pireo per i lavori invernali, viene annunciato il passaggio a Levante Ferries.

Attendiamola quindi in giallo per la prossima stagione!

anmez-fb-andreas-kalvos-03_personale-29mg06

ANMEZ - Andreas Kalvos

ANMEZ – Andreas Kalvos

anmez-fb-andreas-kalvos-05_personale-29mg06 anmez-fb-andreas-kalvos-06_personale-29mg06 anmez-fb-andreas-kalvos-07_personale-29mg06 anmez-fb-andreas-kalvos-09_personale-29mg06

ANMEZ - Andreas Kalvos

ANMEZ – Andreas Kalvos

ANMEZ - Andreas Kalvos

ANMEZ – Andreas Kalvos

ANMEZ - Andreas Kalvos

ANMEZ – Andreas Kalvos

ANMEZ - Andreas Kalvos

ANMEZ – Andreas Kalvos

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>